13 Giu

C’E’ CORRELAZIONE TRA ALCOL E CANCRO?

Articolo by Different

Nel 1988 lo IARC (International Agency for Research on Cancer) ha classificato l’alcol come agente cancerogeno del gruppo 1, ossia la cui pericolosità è dimostrata scientificamente. A un eccessivo consumo di alcol sono collegati tumori a pancreas, fegato, colon, seno, laringe, esofago, faringe e soprattutto bocca.

Una ricerca dell’EPIC (European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition) del 2011 ha dimostrato che il 10% dei tumori negli uomini e il 3% nelle donne è attribuibile ad un consumo di alcolici oltre i limiti consigliari. I meccanismi attraverso cui l’alcol contribuisce alla nascita del tumore non sono ancora totalmente noti. Sappiamo che irrita le mucose di bocca e gola impedendo alle cellule danneggiate di ripararsi favorendo un tumore.

Nel fegato l’alcol può alterare le cellule fino a trasformarle in cellule tumorali. Nel colon si trasforma in una sostanza cancerogena, l’acetaldeide, e inibisce l’assorbimento dei folati che invece proteggono dal cancro. Inoltre l’alcol stimola la produzione di estrogeni e androgeni circolanti nel sangue, il cui eccesso aumenta il rischio di cancro al seno. C’è chi dice che i superalcolici facciano più male della birra, oppure che un bicchiere di vino al giorno sia buono per la salute.

In realtà, se non se ne limita il consumo, tutti gli alcolici sono un fattore di rischio: indipendentemente dalla bevanda in cui esso è contenuto, è l’alcol a provocare i danni all’organismo da cui può avere origine un tumore. La maggior parte dei tumori associati all’alcol si verifica nelle persone i cui consumi superano le soglie massime: 40 g di alcol al giorno per i maschi e 20 per le femmine. Sei bicchieri di vino, tre bottiglie di birra e tre bicchierini di liquore contengono più o meno la stessa quantità di alcol: fanno quindi gli stessi danni.

L’alcol interagisce anche con altri fattori di rischio incrementando esponenzialmente le possibilità di contrarre tumori. Per chi consuma molto alcol ed è anche un accanito fumatore il rischio di tumore alla bocca, alla gola e al fegato è di 10 volte superiore rispetto a chi non fuma e non beve.